Performance Die Mauer e alla mostra 1989

Famosi e sconosciuti, grandi e piccoli, visibili e invisibili, i muri oggi si rafforzano e si moltiplicano.

A guardarli, sembrano costruiti con mattoni, filo spinato, blocchi di cemento, corrente elettrica, sensori agli infrarossi.
È solo apparenza. Tutti sono tenuti in piedi da un unico, misero impasto: diffidenza, egoismo, paura, odio. E mancanza d’immaginazione, soprattutto.
Lo stesso misero impasto dei muri immateriali che separano gli uomini per il colore della pelle, la religione, la cultura, la ricchezza.
 
Trent'anni fa il mondo festeggiava la caduta del muro di Berlino, il Dipartimento di Tedesco del nostro liceo e il Laboratorio di teatro diretto da Catia Castagna e Rita Superbi vogliono ricordarla con una performance e una mostra nel Teatro del Lido di Ostia, il 17 aprile alle ore 18:00.
 
Nel foyer saranno esposti i pannelli di Hannig Wagenbreth, tratti dal volume 1989 edito da Orecchio Acerbo e ispirati a dieci racconti, che come un enorme graffito, possono essere il giusto antidoto al tetro grigiore dei muri.
 
La referente del progetto Elena Doria
Allegati:

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.  Per ulteriori informazioni leggi le info relative alla Privacy Policy